Gustav Klimt (1862 - 1918)

Rose sotto gli alberi

1905 circa

Annuncio dell’inizio della procedura di restituzione del quadro di G. Klimt, "Rose sotto gli alberi" (inv. Rf 1980-195), conservato al Museo d’Orsay.


Roselyne Bachelot-Narquin, ministra della Cultura francese, ha annunciato l’inizio della procedura di restituzione del quadro di Gustav Klimt, Rose sotto gli alberi, conservato al Museo d'Orsay (inv. RF 1980-195), ai discendenti di Nora Stiasny (1898-1942), alla quale era stato indebitamente sottratto a Vienna nell’agosto 1938. La decisione è stata presa in seguito al lavoro minuzioso condotto dal Museo d’Orsay, che ha svolto, sotto l’impulso della presidente Laurence des Cars, un ruolo fondamentale in questa iniziativa inedita.

Nora Stiasny, nipote dei grandi collezionisti Viktor e Paula Zuckerkandl, alcuni mesi dopo l'annessione dell’Austria alla Germania nazista (Anschluss), fu costretta a vendere un quadro di Klimt allora intitolato Il melo, per un importo di gran lunga inferiore al prezzo di mercato. Di famiglia ebrea, ella sarà in seguito deportata e uccisa nel 1942 insieme alla madre. La stessa sorte spetterà al marito e al figlio lo stesso anno.

Alla fine degli anni novanta del secolo scorso, una richiesta di restituzione presso la Galleria Belvedere - Museo nazionale di arte moderna austriaco - era stata espressa dai discendenti di Nora Stiasny e aveva portato alla restituzione, nel 2001, del quadro Il melo II di Gustav Klimt. Tuttavia, a luglio 2017, le autorità austriache incaricate delle ricerche di provenienza sul patrimonio hanno concluso che vi era stato un errore sull’opera restituita.

L’azione congiunta condotta dal Museo d’Orsay, dal Ministero della Cultura francese, dalla Galleria Belvedere di Vienna e dai rappresentanti dei discendenti di Nora Stiasny, ha permesso di confermare che l’opera di Klimt sottratta a Nora Stiasny corrisponde in realtà al quadro Rose sotto gli alberi custodito al Museo d'Orsay.

Entrato nelle collezioni nazionali francesi nel 1980 nell’ambito della prefigurazione del Museo d’Orsay, il quadro era stato acquistato sul mercato dell’arte. Come tutte le acquisizioni fatte dallo Stato, anche questa era stata soggetta all’approvazione del Consiglio artistico dei musei nazionali che si era pronunciato sulla base delle informazioni allora accessibili relative all'opera e in particolare alle sue vicende storiche.

La conoscenza della collezione di Viktor Zuckerkandl e della sorte della sua famiglia negli anni ’20, ’30 e ’40 si è recentemente ampliata, il che ha permesso di comprendere meglio il percorso delle diverse opere di Klimt acquistate dal collezionista. Grazie a questi nuovi elementi è stato possibile stabilire la provenienza dell’opera di Klimt custodita al Museo d’Orsay.

La complessità del caso ricorda l’importanza della ricerca di provenienza e la necessità di precisare il percorso delle opere tra il 1933 e il 1945, per accertarsi che i beni culturali oggi conservati nelle collezioni pubbliche francesi non siano stati oggetto di spoliazioni antisemite durante quel periodo. A tal fine, il Ministero della Cultura francese ha istituito nel 2019 una sezione dedicata ai lavori di ricerca intorno ai beni culturali trafugati tra il 1933 e il 1945, incrementando così gli sforzi profusi in tale direzione da oltre vent’anni. L’Istituto pubblico dei Musei d’Orsay e dell’Orangerie, come altri musei nazionali, ha intrapreso questo lavoro approfondito sulla provenienza delle opere che custodisce.

Tuttavia, allo stato attuale del diritto, la restituzione annunciata oggi non può attuarsi immediatamente. Difatti, a differenza delle opere registrate negli inventari ''Musei nazionali recupero'' (MNR), le quali non appartengono alle collezioni nazionali e sono, di conseguenza, restituibili qualora trafugate, le opere inserite nelle collezioni pubbliche mediante atto volontario di acquisizione, a titolo oneroso o gratuito, appartengono al dominio pubblico mobiliare protetto dai princìpi legislativi di imprescrittibilità e inalienabilità.

Pertanto, per rendere effettiva la restituzione di Rose sotto gli alberi ai discendenti di Nora Stiasny, il governo francese presenterà il prima possibile un progetto di legge che autorizzi l’uscita dell’opera dalle proprie collezioni, sulla base della spoliazione avvenuta nel 1938.

www.culture.gouv.fr
Comunicato stampa

Olio su tela

Cm 110 x 110

©RMN - Grand Palais (Musée d'Orsay) / Patrice Schmidt

**informations_generales.horaires**

Oggi 9:30 – 18:00

Ultimo ingresso alle 17:00

**informations_generales.localisation**

Musée d’Orsay

1 rue de la Légion d'Honneur
75007 Paris
France

+33 (0)1 40 49 48 14