Degas all’Opéra di Parigi

24 settembre 2019 - 19 gennaio 2020
Per tutto l’arco della sua carriera, dagli esordi negli anni ’60 dell’Ottocento fino alle sue opere finali dopo il 1900, Degas ha fatto dell'Opéra di Parigi il fulcro dei suoi lavori, la sua “camera privata”, esplorandone i diversi spazi – sala e palco, logge, ridotto, foyer di danza ‒ e interessandosi ai suoi frequentatori ‒ ballerine, cantanti, musicisti dell’orchestra, spettatori, abbonati in abito nero che invadono le quinte. Quest’universo chiuso è un microcosmo dalle possibilità infinite e consente tutti gli esperimenti possibili: molteplicità dei punti di vista, contrasto di luci, studio del movimento e dell’autenticità del gesto.

Nessuna mostra prima d’ora aveva preso in considerazione l’Opéra nella sua globalità, studiando sia l’intenso legame di Degas con questo edificio, i suoi gusti musicali, che le infinite risorse di questa meravigliosa «cassetta degli attrezzi». Attraverso l’opera di un artista smisurato, campeggia il ritratto di quella che era l’Opéra di Parigi nel XIX secolo.

Commissario generale

Henri Loyrette

Commissari

Leila Jarbouai, curatrice di arti grafiche al museo d'Orsay, Marine Kisiel, curatrice del museo d'Orsay e Kimberly Jones, curatrice di dipinti francesi del XIX secolo alla National Gallery of Art di Washington


Mostra organizzata dai Musei d'Orsay e dell'Orangerie, Parigi e la National Gallery of Art di Washington, dove sarà presentata dal 1 marzo al 5 luglio 2020 in occasione del trentacinquesimo anniversario dell'Opera di Parigi.

Mostra organizzata con il contributo eccezionale della Biblioteca Nazionale di Francia

**informations_generales.horaires**

Oggi 9:30 – 18:00

Ultimo ingresso alle 17:00

**informations_generales.localisation**

Musée d’Orsay

1 rue de la Légion d'Honneur
75007 Paris
France

+33 (0)1 40 49 48 14